Il “Total processing” di Tecnopool Tp Food Group protagonista ad Ab Tech

13 gennaio 2020

Al padiglione D7 stand 075, il gruppo esporrà le tecnologie più all’avanguardia per presentare una visione completa dei servizi e dei prodotti offerti agli oltre 200mila operatori attesi, provenienti dai cinque continenti.

Tecnopool Tp Food Group sarà tra i protagonisti dell’Ab Tech di Rimini. Il gruppo, nato nel 2019, esporrà le tecnologie più all’avanguardia per presentare una visione completa dei servizi e dei prodotti offerti agli oltre 200mila operatori attesi, provenienti dai cinque continenti.

Sarà proposta la visione “Total processing” del gruppo, intesa come soluzioni integrate e trasversali che trovano forma in linee complete per tutte le diverse fasi di preparazione degli alimenti. È questa infatti la mission della nuova realtà, sintetizzata nell’acronimo “Tp” che sta anche per Tecnopool, azienda padovana presente in tutto il mondo con i suoi impianti progettati per il trattamento termico degli alimenti. È stata infatti Tecnopool a raggruppare intorno a sé Gostol, Tecnofryer, Mecateck Group, Logiudice Forni, Mimac Italia, tutte imprese dalla forte vocazione internazionale acquisite con l’obiettivo di garantire ai clienti soluzioni complete, integrate e su misura.

Tecnopool sarà presente con una spirale in ambiente e con il fiore all’occhiello dell’azienda, il forno a spirale che, per tutta la durata della manifestazione, sarà in funzione e sfornerà davanti ai visitatori diverse tipologie di pane e di prodotti dolciari con l’obiettivo di mostrarne le elevate potenzialità. Una proposta unica nel panorama del food industry, risultato di un sistema di brevetti sviluppati interamente da Tecnopool, che garantisce al forno una totale flessibilità e versatilità: quella presente in fiera sarà una versione “demo” adattabile a tutte le esigenze di spazio e di produzione del cliente. Questa è infatti la peculiarità di Tecnopool e di tutto il gruppo: la capacità di progettare e creare impianti e linee complete su misura e personalizzabili.

Nell’ampio spazio espositivo di Tecnopool Tp Food Group saranno presenti anche le altre aziende del gruppo con le soluzioni più all’avanguardia nel settore. Tecnofryer esporrà una friggitrice creata appositamente per il mercato semi-industriale/artigianale che diventerà di serie e Gostol una spezzatrice e un’arrotondatrice. Logiudice Forni, che dall’avvento del piano Industria 4.0 ha avviato importanti investimenti in innovazione di prodotti destinati all’ambito industriale, presenterà una linea cottura comprensiva di forni a piani, modulari e rotativi, completi di nuovo pannello touch screen, e con la linea impasto caratterizzata da modelli con vasca fissa ed estraibile. Infine Mimac Italia, grazie all’affidabilità e alle sempre più elevate prestazioni delle sue macchine (colatrici, dosatrici, rotative per la produzione di biscotti, co-estrusori e linee semiautomatiche) punta a conquistare in fiera nuovi segmenti di mercato.

Tecnopool TP Food Group nasce dall’integrazione di Tecnopool, Gostol, Tecnofryer, Logiudice Forni, Mimac Italia, Mecateck Group e si presenta come nuovo leader mondiale delle linee per il food processing equipment e la produzione di prodotti da forno. Il Gruppo conta un giro d’affari complessivo superiore ai 100 milioni di euro, otto unità produttive in quattro Paesi e oltre 500 dipendenti, con ulteriori ampliamenti e assunzioni già previste nei prossimi mesi. I pilastri sono gli stessi che hanno caratterizzato la crescita di ciascuna azienda negli ultimi decenni: flessibilità, affidabilità ed efficienza, innovazione, ascolto e attenzione al cliente, che si traduce nella progettazione e realizzazione di linee complete per la preparazione di alimenti che si adattano perfettamente alle sue esigenze. Ma i valori del gruppo trovano forma concreta in servizi a disposizione del cliente. Dalla test room di 3mila metri quadri all’interno della quale si trovano due linee produttive che comprendono macchinari realizzati da tutte le aziende del gruppo, all’individuazione di soluzioni su misura, grazie alla flessibilità degli impianti tale da dimezzare gli ingombri, inserendo intere linee produttive in spazi ridotti e critici.